Focus On Lavorare all'estero

Sezione dedicata ai cittadini italiani che vogliono svolgere un’attività lavorativa all’estero, in Paesi UE o extra UE

Lavorare all’estero

La presente sezione è dedicata ai cittadini italiani che intendono svolgere un’attività lavorativa all’estero, in Paesi UE o extra UE.

Nell’ambito dell’Unione Europea, la libera circolazione dei lavoratori è un principio fondamentale sancito dall'art. 45 del Trattato sul Funzionamento dell'Unione Europea e ulteriormente precisato dal diritto derivato e dalla giurisprudenza della Corte di giustizia europea.

Infatti, i cittadini dell'UE hanno il diritto di cercare lavoro in un altro Paese membro, di lavorare in un Paese UE senza bisogno di un permesso di lavoro, di godere della parità di trattamento rispetto ai cittadini nazionali per quanto riguarda l'accesso al lavoro, le condizioni di lavoro, nonché qualsiasi altro beneficio sociale e fiscale.

Per approfondimenti sul tema, consulta la pagina dedicata del sito della Commissione Europea.

Per quanto riguarda, invece, il lavoro di cittadini italiani in Paesi che non appartengono all’Unione Europea, la disciplina di riferimento è il Decreto Legge 31 luglio 1987, n. 317 (convertito con modificazioni in Legge 3 ottobre 1987 n. 398), come successivamente modificato dal Decreto Legislativo 14 settembre 2015, n. 151.

Infine - con riferimento al distacco di lavoratori italiani all'estero - si ricorda che occorre far riferimento alla legislazione di recepimento della Direttiva 2014/67/UE dello specifico Paese UE ospitante oppure alla normativa del Paese extra UE sulla materia.

Leggi anche
$content.image.resourceAlt
3 feb 2023
Lavorare nel Regno Unito con Procter & Gamble
Apri
News
$content.image.resourceAlt
2 feb 2023
Bando Isi 2022, per le aziende 330 milioni per salute e sicurezza
Apri
News
edificio con pannelli solari
2 feb 2023
Suncol, la startup che coniuga fotovoltaico ed edilizia